Categorie
Arte e Dintorni Linguaggio Architettura Storia e Critica

Storie di un’architettura sommersa: Riflessioni sulla mostra Buone nuove. Donne in architettura al Maxxi di Roma

di Giulia Cervini “Siamo marea”. Sembra risuonare questo slogan femminista appena si varca la soglia di ingresso alla Galleria 2 del Maxxi di Roma, dove è in corso, fino all’11 settembre prossimo, la mostra Buone nuove. Donne in architettura a cura di Pippo Ciorra, Elena Motisi ed Elena Tinacci. La mostra assume infatti il tono…
(Continua)

Categorie
Arte e Dintorni Linguaggio Architettura Storia e Critica

Piranesi Prix de Rome alla carriera a Benedetta Tagliabue EMBT

Vorrei individuare tre livelli per sottolineare l’importanza della figura di Benedetta Tagliabue cui è stato conferito nel dicembre del 2021 il “Piranesi Prix de Rome alla carriera” quale titolare dello studio EMBT – Eric Miralles, Benedetta Tagliabue. Il primo aspetto riguarda la rilevanza storica della sua opera, il secondo alcuni aspetti di metodo, il terzo…
(Continua)

Categorie
Storia e Critica

L’idea di memoria e il pericolo di ridurla in un feticcio

Un logo per un memoriale. La Grenfell di Boeri architetti Progettare un memoriale non è mai banale, perché “progettare” significa “ideare”. Nel nel caso di un memoriale “ideare” significa “riflettere” sui significati morali di cui l’opera dovrà farsi portatrice. Posto ciò, risulta inutile soffermarsi sul pericolo che un progettista corre di sconfinare nel superfluo, nell’inutilità…
(Continua)

Categorie
Storia e Critica

J. Tyrwhitt: J. sta per Jacqueline

JacquelineTyrwhitt una personalità chiave e poco conosciuta nell’evoluzione dei CIAM nel Dopoguerra J.L. Sert, J. Tyrwhitt ed E.N. Rogers: negli studi di storia dell’architettura del Novecento questi tre nomi si incontrano insieme, come curatori del libro Il cuore della città, edito dal Hoepli nel 1954. Il testo inaugura un cambio di passo fondamentale nelle vicende…
(Continua)

Categorie
Storia e Critica

L’architettura è arte? Così rispose Mario Galvagni

L’architettura è arte? e cos’è l’arte? “Enzo, tutto ciò che un uomo realizza ed espone al resto del mondo è innegabilmente arte, solo che a me, a lui – indicando Sandro – o a te potrebbe non bastare!”. Rispose così Mario Galvagni in quel pomeriggio di una quindicina di anni fa in cui venne a…
(Continua)

Categorie
Storia e Critica

E alla fine sopravvisse il peggiore

Le parole di Renzo Piano, espresse al momento dell’inaugurazione del suo ponte sul Polcevera, furono la goccia che fece traboccare il vaso della pazienza di Sandro Lazier. Il suo articolo “Senza vergogna” (agosto 2020) è tra gli ultimi che ha scritto. Fu il terzo di un trittico che Sandro iniziò a scrivere immediatamente dopo il…
(Continua)

Categorie
Storia e Critica

Contaminanzioni prima di Dante, prima di Giotto: il duomo di Monreale

Prima di Dante, prima di Giotto, prima di qualunque idioma letterario o artistico, Palermo era già una città trilingue, latina, greca e araba. Il triangolo della Sicilia, nel cuore del Mediterraneo con i lati rivolti all’Europa, all’Africa e all’Asia non poteva che essere luogo di diffusione e confronto di culture. Per i mercanti d’oriente, per…
(Continua)

Categorie
Storia e Critica

La Sconcertante Biennale di Venezia del 2021

La 17º Biennale di Venezia, vale la visita? il tema proposto dalla mostra “Come vivremo insieme” è centrato? Rispondere in maniera chiara a queste domande, è una richiesta giustificata del lettore. Non lo deluderò. Cominciamo però da Venezia. La città rimane magnifica, ma è cosi innervosente che è difficile perdonarle sempre e ogni volta tutto….
(Continua)

Categorie
Storia e Critica

Sandro Lazier: io e AntiTHeSi controcorrente

Quanta pena stasera c’è sur fiume che fiotta così Disgraziato chi sogna e chi spera Tutti ar monno dovemo soffrì Ma si n’anima cerca pace Pò trovalla sortanto che quì Er barcarolo va contro corente E quanno canta l’eco s’arisente Era questo l’inno di Antithesi. Sandro ed io, scherzosamente, lo cantavamo spesso, e sin da…
(Continua)

Categorie
Storia e Critica

Senza vergogna

Genova, 3 agosto 2020.Impressionante. Senza vergogna.– «Costruire un ponte è un gesto di pace».Vero, così come demolirlo è un gesto di guerra. C’era il ponte caro Renzo, ed era un grande capolavoro, e tu l’hai lasciato demolire per costruire uno squallido viadotto. I ponti sono un’altra cosa e tu lo sai bene. Se tu avessi…
(Continua)